Diretta streaming su YouTube

Youtube è una delle piattaforme più solide e stabili su cui appoggiarsi per fare una diretta streaming.

Questo è molto interessante per le aziende ed i loro canali aziendali su YouTube. Le dirette in streaming su YouTube aumentano il tempo di sessione, cioè il tempo calcolato dall’algoritmo di Youtube per valutare un canale. E’ un fattore che influisce molto sulla crescita del canale YouTube.

Abbiamo visto in questo articolo sulle dirette streaming come le trasmissioni live portino anche un immediato vantaggio per il posizionamento sui motori di ricerca: le trasmissioni in live streaming vengono classificate come “News” e come tali indicizzate molto più velocemente delle altre pagine.

I vantaggi di servirsi di un canale Youtube sono immediati perché si sfrutta un architettura e una infrastruttura preesistente e solida. 

Basterà inglobare il link all’interno della propria pagina, giovarsi della propria rete di iscritti al canale o invitarne di nuovi attraverso una attività di mailing

Indice

Quali strumenti impiegare?

Lo streaming è un flusso di dati audio e video erogato, tramite il Real Time Streaming protocol (o RTSP) o il Real-time Transport Protocol (o RTP)  in modo costante verso utenti diversi.

Va premesso che un’ Azienda debba dotarsi o noleggiare un sistema professionale per live streaming per poter ottenere risultati soddisfacenti in termini di comunicazione. Cioè di promozione di prodotti complessi quali i macchinari industriali da mostrare come se fossero degli open house.

Per fare questo serve una regia multicamera. Ma dato per scontato che cosa debba essere posto tra il soggetto (il più delle volte il macchinario) o il prodotto che si intende mostrare, vediamo ora come fare arrivare nel modo migliore il segnale audio e video su YouTube in diretta.

video_produzioni_galliano

Encoder per live streaming

l punto chiave di un buon streaming è il sistema di encoder, cioè l’apparecchio che converte il segnale audio-video in un flusso di dati. Ne esistono di tipi diversi, dalle capacità diverse.

Un buon sistema è il “geniale” Balckmagic Web Presenter che ha la peculiarità di mascherarsi come fosse una webcam e quindi essere visto da ogni programma in modo quasi trasparente e immediato. Il limite è che non trasmette in full Hd.
Per questo è bene optare per i più performanti Teradek, Aja, Datavideo per citarne alcuni.

Oppure è possibile passare attraverso un Pc tramite una scheda di acquisizione e lasciare che sia i software a fare a codifica.
I più noti sono Wirecats, XSplit Broadcast, Vmix, Ustream, Magix YouCast o OBs per Linux.

La banda necessaria a una diretta su YouTube

Se il punto chiave del sistema sta proprio nell’encoder che deve essere di ottima qualità, questo è inutile se manca una banda sufficiente. Per un flusso sicuro, in full hd è bene avere una banda da 8-10 Megabit in upload

Se la location non dispone di una connessione in fibra (cosa assai probabile nonostante i proclami che si susseguano da anni) è opportuno utilizzare una o più reti mobili a 4G accoppiate.

Nel caso non ci fosse copertura, esistono sistemi di connessione internet via satellite con costi però abbastanza elevati (circa 200 €/ora)

E sempre opportuno impiegare nella catena un aggregatore di banda o uno switch che in caso di perdita di segnale sia in condizione di sopperire con la linea di back up .

timelapse_video

Come collegare l’encoder al canale YouTube per la diretta 

Una volta configurato il sistema verrà indicato all’encoder come identificare il proprio canale e a questo punto sarà possibile programmare l’evento.

Nella pagina di configurazione di Youtube c’ è un parametro indicato come “Url del server” seguita da un nome/chiave dello stream che altro non è che una password.

Importante servirsi di encoder che siano “verificati” da YouTube, cioè accettati. Qui c’è  l’elenco.

Latenza e attività dopo la diretta 

Va prestata attenzione alla latenza, cioè al ritardo con cui la diretta streaming sarà visibile su Youtube. Solitamente per avere la qualità migliore si arriva a circa 20-25 secondi di ritardo e questo ne rende impossibile l’impiego in quei casi in cui si intenda fare un live streaming interattivo.

La latenza è variabile in funzione della qualità: miglior qualità corrisponde a una latenza maggiore. E’ un parametro che si può  configurare nel pannello prima della messa in onda

Mentre è molto utile a livello di coinvolgimento la chat con i partecipanti che possono venire moderati.

In ottica poi di crescita del canale va segnalato come la diretta, se inferiore alle 12 ore (speriamo!) viene archiviata e resa fruibile in seguito. A questo proposito abbiamo visto come sia interessante riproporre dopo l’evento i contributi trasmessi in streaming

Live Streaming

Summary
Come fare un live streaming su YouTube in diretta
Article Name
Come fare un live streaming su YouTube in diretta
Description
live streaming diretta su YouTube, come fare, che strumenti usare, banda e encoder per una trasmissione live streaming su YouTube in diretta
Author
Publisher Name
Giuseppe Galliano Studio
Publisher Logo